The Letter

The Letter ★★★½

Prototipo del women's film. Almeno tre sequenze memorabili: l'omicidio iniziale, la rielaborazione dello stesso da parte della Davis (alla quale per recitare basta l'uso degli occhi), l'incontro tra quest'ultima e la misteriosa donna eurasiatica, vedova del defunto. L'impianto teatrale è riscattato dai perfetti e sinuosi movimenti di macchina di Wyler che concorrono, assieme all'intensa direzione degli attori, ad imprimere al film un'aura di arcana fatalità.