Favorite films

  • The Seventh Seal
  • The Conformist
  • The 400 Blows
  • The Deer Hunter

Recent activity

All
  • Return of the Hero

    ★★★

  • Nostalgia

    ★★★½

  • Detour

    ★★★½

  • Detour

    ★★★½

Pinned reviews

More
  • The Seventh Seal

    The Seventh Seal

    ★★★★★

    Il settimo sigillo

    "Questa è la mia mano, posso muoverla, e in essa pulsa il mio sangue. Il sole compie ancora il suo alto arco nel cielo. E io... Io, Antonius Block, gioco a scacchi con la Morte."
    Il capolavoro gemello del '57 si dimostra all'ennesima visione di un niente superiore. Perchè il b/n (restaurato) è bellissimo. Perchè unisce dolorosa tragicità, brillante commedia (la vita è anche gioia, no?), dolcezza romantica - dio, la scena delle fragole...
    Perchè tutti noi siamo Antonius Bloch.

Recent reviews

More
  • Return of the Hero

    Return of the Hero

    ★★★

    Il ritorno dell'eroe.

    Commedia in costume attentamente cucita addosso ai due interpreti principali (e con una curiosa colonna sonora morriconiana): nella media ma assai piacevole, regala novanta minuti di divertito relax.

  • Totò vs the Four

    Totò vs the Four

    ★★★½

    Totò contro i quattro.

    Uno strano Totò a episodi (intrecciati): il nostro è uno spannometrico commissario che deve recuperare la sua auto nuova mentre è alle prese con quattro casi in comtemporanea e l' insieme è assai più divertente
    di altri suoi film.

Popular reviews

More
  • Good Morning, Night

    Good Morning, Night

    ★★★★

    Dopo un quarto di secolo in cui se ne era detto tutto e il contrario di tutto, rimettere in scena ancora una volta il delitto Moro rischiava di essere un’operazione se non rischiosa quantomeno superflua: Bellocchio, assieme alla sceneggiatrice Daniela Ceselli, evita la trappola in modo brillante dando alla vicenda una lettura molto personale. E cosa c’è di più personale per il regista piacentino dell’analisi psicologica (o psicanalitica) con cui riveste la sua interpretazione? L’esigenza storica della produttrice Rai resta…

  • Wild Strawberries

    Wild Strawberries

    ★★★★★

    Il posto delle fragole.

    Il cinema come forma d'arte.
    Nel 1957 Bergman venne baciato in fronte dalla musa della settima arte. Uno dei risultati fu questo film terribile e dolcissimo in cui il professor Borg fa in vita un dantesco viaggio nell'inferno della propria anima uscendo in qualche modo a riveder le stelle.
    Parlarne/scriverne è esercizio sterile: solo la visione ne esclama la grandezza.