Favorite films

  • Night of the Living Dead
  • 2001: A Space Odyssey
  • Rear Window
  • Pulp Fiction

Recent activity

All
  • Yesterday, Today and Tomorrow

  • Gli onorevoli

  • Property Is No Longer a Theft

  • The Assassin

Recent reviews

More
  • A Most Wanted Man

    A Most Wanted Man

    Hai il presentimento fino all'ultimo momento che le cose non potranno mai andare come tutti speravano. Troppo bello o forse troppo scontato, in entrambi i casi A Most Wanted Man si rivela essere un'eccellente film di spionaggio che poggia la lente di ingrandimento sulle paure dell'occidente verso il mondo islamico, tramutate per forza di cose nelle o dalle istituzioni in vere e proprie fobie, rivelando che probabilmente il peggior nemico che dobbiamo fronteggiare siamo proprio noi stessi.
    Un ricordo speciale all'attore Philip Seymour Hoffman qui in una delle sue ultime ed incredibili interpretazioni.

  • Dune

    Dune

    Avevo paura di guardare Dune di David Lynch, sia perché ad una prima occhiata non sarebbe stato un film canonicamente lynchiano, sia perché il regista lo aveva sconosciuto come suo film. Allora perché guardalo se non per completezza?
    Un film dalla gestazione difficile, se non inpossibile, che oggi presenta ancora la sua fan base grazie alle ambientazioni suggestive e dal suo gusto "terribilmente" anni '80, assassinato da un montaggio che vuole tutto, meno che dare un senso chiaro e approfondito alle vicende che si vanno a narrare.
    Ora posso dire di aver visto tutto di Lynch anche se questo ultimo gradino m'è costato tanto ...

Popular reviews

More
  • Possession

    Possession

    Nel 1981 David Lynch lo definì il film più completo del festival di Cannes.
    Non posso fare altro che sottoscrivere.
    Un film che all'inizio si prende i suoi tempi per creare una base solida emotiva da cui scaturirà tutta la seconda parte.
    Perentori follia ed un compendio di allucinazioni perverse che mettono soggezione ed intimoriscono come non mai.
    Interpretazioni divine che fornisco alla storia una magnificenza difficilmente raggiungibile.

  • Fear and Loathing in Las Vegas

    Fear and Loathing in Las Vegas

    Dopo il grande ritorno di Terry Gilliam con La leggenda del Re Pescatore e L'esercito delle 12 scimmie, il regista si cimenta con un'opera non sua e che in molti credevano intrasponibile, ma l'anarchia registica di Gilliam riesce a rendere Fuga e delirio a Las Vegas un film allucinante ed allucinato, conducendo non solo i suoi personaggi, ma anche lo spettatore in un viaggio fatto di acidi ed ogni genere di droghe pesanti.
    Un flop commerciale diventato con il tempo un cult del genere. Una commedia grottesca che affascina, diverte e stupisce.