My Missing Valentine

My Missing Valentine ★★★★

In Cina è un’enorme ferita. A Taiwan è un cerotto. E nel cinema di Yu-Hsun Chen serve a coprire profonde cicatrici. Inizia con la lettera “A”.

“In realtà volevo trovare un edificio da cui buttarmi giù. Ma poi successe una cosa strana.”

Un regista per certi aspetti unico, assolutamente da (ri)scoprire.


E quel motivetto malinconico... Potrei ricordarmelo per il resto della mia vita.